Il sesso telefonico non è prostituzione

Il sesso telefonico non è prostituzione

Il sesso telefonico non è illegale, non è vietato dalla legge, non è prostituzione, è lecito!

La legge parla chiaro, per le chiamate erotiche il reato non si configura, in quanto il soggetto che svolge il servizio richiesto, non compie nessun atto di masturbazione o altra pratica sessuale su altri.

La legge, quindi, non considera un’attività di prostituzione quelle delle conversazioni a scopo erotico.

Anche se il contenuto delle telefonate è volto a provocare eccitazione e una conseguente masturbazione, le prestazioni vocali non vengono considerate come attività sessuali in quanto non coinvolgono zone erogene del corpo.

L’utente paga per una voce. Che questa poi porti all’eccitamento e la masturbazione non può essere considerata reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

La relazione virtuale ha caratteristiche differenti da quella reale, in quanto implica necessariamente un incontro, un confronto, maggiori aspettative, maggiore paura di deludere o di essere delusi, maggiore esposizione al giudizio dell’altro e un flusso di emozioni più coinvolgenti, a partire dallo stesso contatto tra corpi.

Nella relazione virtuale invece, grazie alla distanza e all’anonimato, è possibile esercitare maggiore controllo, maggiore libertà di scegliere o di andarsene, maggiore libertà di fare azioni, prestazioni sessuali in questo caso, che non faremmo mai nella vita reale.

L’attenzione è convogliata più sul proprio piacere sessuale che sull’altro e su come si sta in relazione con lui e in qualche modo la pratica sessuale viene completamente scissa dalla persona che la esercita: la prestazione dell’altro serve a procurare eccitazione e piacere sessuale, a prescindere da chi la eroga, che avvenga in diretta o in differita.

In conclusione, sesso telefonico e prostituzione sono due attività distinte che spesso vengono confuse tra loro. Il sesso telefonico è una forma di intrattenimento per adulti consensuale in cui gli individui si impegnano in conversazioni sessualmente esplicite al telefono. È considerato legale nella maggior parte dei paesi purché tutte le parti siano adulti consenzienti.

La prostituzione, invece, è lo scambio di servizi sessuali con denaro o altre forme di pagamento ed è considerata illegale in molti paesi.

Le principali differenze tra sesso telefonico e prostituzione sono il modo in cui vengono condotte e commercializzate, nonché le implicazioni legali e sociali di ciascuna attività. Il sesso telefonico è considerato una forma di intrattenimento mentre la prostituzione è considerata un’attività criminale. È importante comprendere le distinzioni tra queste due attività per evitare qualsiasi confusione.

Lascia un commento